Tempo

Le ore scorrono veloci verso la fine di un anno ma la densa nebbia di dicembre pone l’accento sulla stasi. È un momento di transizione, eppure in queste giornate in cui la campagna è ferma non riesco a smuovere le mie emozioni dal sentimento della perdita. Di cosa? Dei momenti memorabili che sono andati e…

Di Marta Cerù Dicembre 29, 2018 0

Cura

L’amica Marilena Votta, che per me ormai è “la galassia dei libri” mi ha consegnato una poesia che è un canto dell’essere madre e dell’essere figli. È di Paul Eluard e suona così: “C’è una pianta che batte alla porta della terra ed è un figlio che batte alla porta di sua madre Ci sono…

Di Marta Cerù Dicembre 23, 2018 1

Snodo

Divagando su “Lo Zen e l’arte di scrivere” (Piano B Edizioni), di Ray Bradbury (Piano B è una memorabile casa editrice grazie alla quale riscoprire il passato e ripensare il futuro), mi è venuta in mente la parola snodo. Bradbury scrive una frase che voglio dedicare agli amici scrittori e alle amiche scrittrici: “Ogni mattina…

Di Marta Cerù Dicembre 22, 2018 0

Dualità

La Nuvola di Fuksas si tinge di rosso e io ne esco con buste pesanti di storia e di memoria, tra le pagine di un bottino arrivato nella mia vita un po’ per caso, un po’ per necessità. La Fiera plpl2018 termina e mi lascia il cuore gonfio della commozione di Valerio Mastrandrea che leggeva: “Scrivo queste parole…

Di Marta Cerù Dicembre 8, 2018 1

Parole

Word Fetcher, letteralmente Acchiappa Parole, viene dal verbo inglese “To Fetch”, che ho conosciuto molti anni fa e che mi attrae perché denso di significati a seconda dei contesti. Correre ad afferrare una cosa e riportarla è il senso che ho incontrato per primo. E un “fetcher” è qualcuno che compie l’azione di acchiappare qualcosa…

Di Marta Cerù Dicembre 8, 2018 1